Home

Acoustical & Thermotechnics Engineering

Consulenza & Servizi

Previsione di impatto acustico

POLITECNA è in grado di redarre il documento di valutazione previsionale di impatto acustico in cui viene illustrato lo studio preliminare, normalmente realizzato con modelli matematici, dell'impatto che la realizzazione, la modifica o il potenziamento di un'opera, di un impianto o di una attività produttiva ha sull'ambiente circostante. La documentazione di impatto acustico fornisce gli elementi necessari per prevedere nel modo più accurato possibile gli effetti acustici derivanti dalla realizzazione di quanto in progetto e dal suo esercizio, nonché di permettere l’individuazione e l’apprezzamento delle modifiche introdotte nelle condizioni sonore dei luoghi limitrofi, di verificarne la compatibilità con gli standard e le prescrizioni esistenti, con gli equilibri naturali, con la popolazione residente e con lo svolgimento delle attività presenti nelle aree interessate. La previsione di impatto acustico permette dunque la valutazione comparativa tra la situazione acustica ambientale prima della realizzazione dell'opera, impianto o attività produttiva, e dopo la sua realizzazione. Tale documento viene richiesto dai comuni ai soggetti titolari dei progetti e delle opere da realizzare. Le opere soggette alla predisposizione della documentazione di previsione di impatto acustico, per il rilascio della concessione edilizia, sono:

  1. Infrastrutture di trasporto (strade, ferrovie, aeroporti).
  2. Impianti ed infrastrutture adibiti ad attività produttive.
  3. Discoteche.
  4. Centri commerciali polifunzionali.
  5. Circoli privati e pubblici esercizi ove sono installati macchinari o impianti rumorosi.
  6. Impianti sportivi e ricreativi.

I contenuti di dettaglio e le modalità di predisposizione della documentazione, variano in relazione alla specifica tipologia di opera, impianto o attività.

È importante ricordare che oltre alle domande per il rilascio di concessione edilizia relative a modifiche o a realizzazioni di nuovi impianti e infrastrutture adibite ad attività produttive, sportive, ricreative e a postazioni di servizi commerciali polifunzionali, anche le domande di licenza o di autorizzazione all'esercizio di attività produttive devono sempre contenere una documentazione di previsione di impatto acustico. Nel caso in cui la valutazione dell'impatto acustico determini il superamento dei limiti di rumore imposti dalla legislazione, si devono indicare le misure previste per ridurre o eliminare le emissioni sonore causate dalle attività o impianti, ovvero prevedere un piano di risanamento acustico.

Piano di risanamento acustico

POLITECNA è in grado di redigere i piani di bonifica acustica, cioè tutta quella serie di attività rivolte all'individuazione e alla progettazione delle opere necessarie a riportare entro i limiti previsti dalla legislazione, i valori delle immissioni sonore (valori del rumore immesso da una o più sorgenti sonore nell'ambiente abitativo o nell'ambiente esterno in prossimità dei ricettori), i valori delle emissioni sonore (valori massimi di rumore che possono essere emessi da una sorgente sonora, misurati in prossimità della sorgente stessa) ed i valori limite differenziali di immissione.

Valutazione di clima acustico

POLITECNA è in grado di effettuare le attività che riguardano la valutazione del clima acustico ambientale esistente in un'area interessata dalla realizzazione di insediamenti sensibili dal punto di vista acustico, ovvero di:

  1. Scuole e asili nido
  2. Ospedali, case di cura e di riposo
  3. Parchi pubblici urbani ed extraurbani
  4. Nuovi insediamenti residenziali.

La valutazione di clima acustico è una ricognizione delle condizioni sonore abituali e di quelle massime ammissibili in una determinata area. Essa è finalizzata a evitare che il sito in cui si intende realizzare un insediamento sensibile al rumore, tra quelli qui sopra elencati, sia caratterizzato da condizioni di rumorosità, o da livelli di rumore ammissibile, non compatibili con l’utilizzo dell’insediamento stesso. La valutazione di clima acustico deve pertanto fornire gli elementi per la verifica della compatibilità del sito prescelto per l’insediamento con i vincoli necessari alla tutela di quest’ultimo, mediante l’individuazione e la descrizione delle sorgenti sonore presenti nel suo intorno, la caratterizzazione del clima acustico esistente, l’indicazione dei livelli sonori ammessi dalla classificazione acustica comunale e dai regolamenti di esecuzione che disciplinano l’inquinamento acustico originato dalle infrastrutture dei trasporti, per il sito destinato all’insediamento oggetto di valutazione.

Misure e rilievi acustici

POLITECNA è strutturata per effettuare rilievi acustici, ovvero tutte quelle attività di misura che permettono, utilizzando la necessaria strumentazione, di misurare il livello di rumore ambientale presente in una certa zona ed emesso da una data sorgente. Tramite queste misure si è in grado di valutare sperimentalmente i valori di emissione e di immissione di una sorgente rumorosa. Con queste misure si può verificare se vengono rispettati o meno i limiti del livello di pressione sonora e potenza sonora imposti dalla legislazione vigente.

Tali attrezzature permettono l’esecuzione di rilievi acustici per:

  1. Verificare i limiti massimi del rumore (prodotto da una sorgente come ad esempio una ferrovia, una strada, un impianto produttivo ecc…) nell'ambiente esterno e negli ambienti abitativi.
  2. Valutare l’ esposizione al rumore, emesso da una macchina o attrezzatura, dei lavoratori.
  3. Valutare la potenza sonora emessa da una macchina o attrezzatura.

Misura di intensimetria sonora

POLITECNA è strutturata per misurare il livello di potenza acustica emesso dalle macchine e dalle attrezzature, necessario nel caso in cui le stesse debbano essere marcate CE per conformità alla Direttiva Macchine e disposizioni tecniche collegate.

L’attività può essere svolta sia in campo libero che in campo riverberato, a seconda dell’organizzazione dell'Azienda cliente in proposito. All'esito viene rilasciata la necessaria documentazione tecnica che l'Azienda cliente deve tenere in sede, ed allegare al fascicolo tecnico della macchina o attrezzatura.

Acustica edilizia

POLITECNA è strutturata per la progettazione acustica in edilizia e per il collaudo dei requisiti acustici passivi degli edifici e degli impianti tecnologici ad essi annessi. La legge classifica gli edifici o ambienti abitativi in sette categorie e cioè:

  1. Edifici adibiti a residenza e assimilabili.
  2. Edifici adibiti ad uffici e assimilabili.
  3. Edifici adibiti a alberghi, pensioni ed attività assimilabili.
  4. Edifici adibiti ad ospedali, cliniche, case di riposo, di cura e assimilabili.
  5. Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli e assimilabili.
  6. Edifici adibiti ad attività ricreative o di culto o assimilabili.
  7. Edifici adibiti ad attività commerciali o assimilabili.

Progettare un edificio dal punto di vista acustico significa fare in modo che ogni componente strutturale dello stesso rispetti il limite, indicato dalla legge, delle tre seguenti grandezze fisiche caratteristiche:

  1. Potere fonoisolante (o attenuazione di parete) di partizioni tra ambienti, cioè la capacità di una parete di ostacolare il propagarsi del rumore.
  2. Isolamento acustico di facciata, cioè la capacità di una facciata di un edificio di isolare acusticamente un ambiente interno allo stesso.
  3. Livello del rumore da calpestio, cioè il massimo livello di rumore che può oltrepassare un pavimento quando sollecitato al calpestio.

I collaudi acustici degli edifici consistono in una serie di misure da eseguire per verificare l’efficacia in opera delle soluzioni tecniche atte a garantire l’isolamento acustico per via aerea tra ambienti, l’isolamento acustico per via aerea delle facciate, l’isolamento al rumore di calpestio di solai. I collaudi acustici sono necessari per verificare che in sede di progettazione e di realizzazione di un edificio si siano rispettate, dal punto di vista acustico, tutte le regole per la corretta installazione e/o costruzione delle strutture fonoisolanti.